Antonino Marrone

Repertorio degli atti della Cancelleria del Regno di Sicilia (1282-1390)

Associazione no profit Mediterranea, Palermo, 2012.

Questa nuova edizione del Repertorio risulta non solo corretta e ampliata nel numero dei regesti degli atti della cancelleria regia ma riguarda un arco temporale più ampio di quello preso in considerazione nella edizione precedente, poiché comprende tutto il periodo che va dallo sbarco di Pietro I in Sicilia (1282) al primo quindicennio di regno della regina Maria (1391). Le novità più rilevanti di questa edizione sono due. Una concerne la trascrizione dei regesti riguardanti gli atti emanati da Pietro I durante la sua permanenza in Sicilia dal 30 agosto 1282, giorno del suo sbarco a Trapani, all’11 maggio 1283 data della sua partenza da Trapani per Valencia. Tutti questi atti sono stati pubblicati fin dal 1882 nel De Rebus Regni Siciliae (a cura di G. Silvestri), ove si trovano elencati in ordine cronologico alle pagine I-XXVIII del vol. II con brevi regesti elaborati dal Silvestri. Mentre nelle edizioni precedenti del Repertorio si rimandava al De Rebus Regni Siciliae per la consultazione di essi, in questa terza edizione si è preferito fare la trascrizione di questi regesti al fine di rendere più completa e più agevole la consultazione di tutti gli atti regi del 1282-1391 da parte degli studiosi. Naturalmente la consultazione del De Rebus Regni Sicilie risulta sempre utile per usufruire dei ricchissimi elenchi onomastici e toponomastici.   La seconda novità riguarda i regesti dei pochi atti che ci rimangono della regina Maria prima delle sue nozze con Martino I (1391). La regestazione della successiva, abbondantissima produzione della Cancelleria regia siciliana non rientra negli obiettivi di questo lavoro.  In totale i regesti di questa terza edizione sono 10525, con un incremento (in massima parte dovuto ai regesti del De Rebus Regni Siciliae) del 9,2% rispetto ai 9683 regesti dell’edizione precedente. Le tabelle seguenti consentono il raffronto fra i regesti concernenti i singoli sovrani, pubblicati rispettivamente nella II e nella III edizione.

Scarica la versione digitale in pdf dell’opera