Rossella Cancila

Salute pubblica e governo dell’emergenza: la peste del 1575 a Palermo

in «Mediterranea. Ricerche storiche», 37, agosto 2016, pp. 231-272

Il saggio esamina il contributo della Sicilia all’elaborazione di procedure e strategie di controllo della peste nel contesto del XVI secolo, in particolare in occasione dell’ondata che colpì Palermo nel 1575, quando le autorità municipali assunsero importanti provvedimenti e organizzarono un efficace apparato di salute pubblica per governare l’emergenza, sotto la guida del celebre medico Giovanni Filippo Ingrassia. La ricerca consente di ripensare l’opinione generalmente diffusa di un ritardo del Regno di Sicilia rispetto alle aree la cui organizzazione sanitaria è considerata tra le più avanzate, come quelle dell’Italia centro-settentrionale.

Ulteriori informazioni