Alessandro Buono

Identificazione e registrazione dell’identità. Una proposta metodologica

in «Mediterranea. Ricerche storiche», 30, aprile 2014, pp. 107-120

Mediterranearicerchestoriche 30-1

A partire dalla discussione critica di due recenti lavori dedicati alla tematica dell’identificazione e registrazione dell’identità personale in prospettiva transnazionale e globale si è cercato di offrire sia una breve rassegna storiografica sul tema, sia fare il punto della situazione e proporre alcuni nuovi percorsi di ricerca. In particolare, attraverso la distinzione concettuale tra procedure di identificazione e procedure di registrazione, si intende mettere in evidenza come un’ottica esclusivamente focalizzata sugli aspetti coercitivi di tali processi rischi di oscurare l’altro lato della medaglia, ovvero quello della registrazione dell’identità come mezzo per l’attribuzione di appartenenza e, di conseguenza, di diritti al godimento delle risorse, materiali e immateriali, gestite dai gruppi umani.

The aim of this essay is to offer a brief overview on the subject and propose some new rese- arch paths, starting from a critical discussion of two recent books devoted to the identification and registration practices in transnational and global perspective. Through the conceptual distinction between identification and registration procedures, the objective of this study is to highlight that an exclusive focus on the coercive aspects of these processes might obscure that recording the identity is also a mean to assign membership and, therefore, to endow rights to exploit the resources, both material and immaterial, managed by human groups.

Ulteriori informazioni